Asd Roccella-Dattilo 1-2: amaranto poco cattivi, così non va

Ancora un’altra sconfitta per il Roccella di mister Galati, la quarta consecutiva. che condanna sempre più gli amaranto in fondo alla classifica. Il solito Roccella, ben messo in campo, molto generoso ma allo stesso ingenuo e poco cinico sotto porta. Quest’oggi al Ninetto Muscolo, è la matricola Dattilo ad essersi portata a casa l’intera posta in palio, confermandosi una buona squadra in grado di poter essere protagonista fino alla fine della stagione. Siciliani che trovano il vantaggio al minuto venti, grazie a Di Giuseppe, servito da Lupo, il quale è stato bravo a sfruttare un errore in fase d’impostazione da parte della difesa roccellese. Roccella che reagisce bene allo svantaggio, riportando il risultato in parità dieci minuti dopo con Falzetta, abile in diagonale nel beffare l’estremo difensore ospite, Giappone. Raggiunto il pari, la formazione amaranto prende coraggio andando più volte vicino a ribaltare il risultato. Le occasioni migliori dei padroni di casa portano la firma di Carrozza e Malerba, sfortunati nelle loro conclusioni. Nella ripresa, la gara rimane combattuta e aperta, entrambe le squadre avrebbero l’occasione per vincerla. L’episodio che dà la svolta alla gara, si verifica al 73′, quando Terranova viene atterrato in maniera dubbia all’interno dell’area , procurandosi il fallo da rigore. Sarà lo stesso Terranova ad incaricarsi e realizzare il goal del vantaggio, decisivo per la vittoria del Dattilo che conquista tre punti preziosi. Arbitraggio per lo meno discutibile quello del fischietto pescarese Stefano Giampietro, considerato che non ha poi applicato lo stesso metro di giudizio poco prima del termine, che ha visto Sidibe atterrato in area avversaria. Episodi arbitrali a parte, in casa Roccella serve una rapida svolta, perché il tempo corre e la classifica non sorride per nulla. Alcuni elementi della formazione, non stanno brillando sul piano dell’atteggiamento e delle prestazioni. Il mercato per quanto possa offrire delle opportunità, serve cambiare subito marcia se si vuole centrare una salvezza ancora possibile. E’ risaputo che il Roccella sia la squadra più giovane della categoria, questo però non deve essere un alibi, bensì un punto di forza che deve convincere questi ragazzi a dover dare di più, mettendoci fame e grinta contro ogni avversario. Domenica prossima, ancora tra le mura amiche, ci sarà l’occasione nel match di recupero con il Rotonda di poter riscattare questo difficile momento. Non c’è altro tempo da perdere, il Roccella deve tornare a fare punti.

Asd Roccella-Dattilo 1-2: amaranto poco cattivi, così non va

| ASD Roccella |

Esprimi qui il too parer