Il Roccella è vivo

Tanto rammarico in casa Roccella per questa sconfitta casalinga, rimediata contro la corazzata Acr Messina. Bel Roccella visto quest’oggi al Ninetto Muscolo, che viene però piegata di misura nella ripresa da Bollino, bravo a superare Scuffia dal dischetto. Prestazione di carattere e coraggio quella offerta dai ragazzi di Galati, i quali avrebbero meritato di portare a casa il pareggio. Il divario tecnico tra le due formazioni, si è visto ben poco sul campo. Il Roccella, ha fatto intendere anche contro i peloritani di potersela giocare con tutti. Quello che manca alla compagine amaranto è un uomo d’area, in grado di poter garantire quei goal necessari per il raggiungimento dell’obiettivo salvezza. Il diesse Curtale, come al suo solito riuscirà anche in questa sessione invernale di mercato a tirare fuori il coniglio dal cilindro. I prossimi due scontri diretti contro Rende e Marina di Ragusa, potranno consentire al Roccella di rilanciarsi e chiudere nel migliore dei modi il 2020. L’importante sarà mantenere questo spirito, che dovrà essere sempre accompagnato da un pizzico di cattiveria e furbizia, entrambi necessari per portare a casa più punti possibili. Gli amaranto hanno già dimostrato di essere duri a morire e sarà così anche in questo campionato. Serve solo lottare e continuare a credere nei propri mezzi, tra cui quelli della società, pronta a dare tutto per difendere una categoria che vede da diversi anni protagonista Roccella Ionica. La gara di oggi deve dare ancor più fiducia per il prosieguo della stagione, perché qui nessuno è disposto mollare, bensì a continuare a scrivere una storia tutta amaranto.

Il Roccella è vivo

| ASD Roccella |

Esprimi qui il too parer